Umberto Coletta insegnante pianoforte moderno e tecnologie musicali

Umberto Coletta

Insegnante di pianoforte moderno

Classe: 1958

Formazione

Umberto Coletta è diplomato in Pianoforte presso il conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina e in Musica Elettronica con R. Bianchini e G. Nottoli presso il conservatorio “S. Cecilia” di Roma.
Ha arricchito la propria formazione con esperienze nell’ambito della musica popolare ed etnica, del jazz e dell’improvvisazione totale, nonché come compositore ed esecutore acustico ed elettronico.

Attività

Dai primi anni ’80 è insegnante di pianoforte in diverse scuole di musica romane.

Quintetto Ibrido Azzurro

Kairos Project 

1994 > esecutore acustico ed elettronico alla tournée italiana del cantautore Sergio Endrigo per la presentazione dell’album ‘Qualcosa di meglio’ (Teatro Carlo Goldoni di Venezia, Vittoria di Roma, Teatro della Tosse di Genova, Teatro Gentile di Fabriano, Teatro Ciak di Milano, Teatro Niccolini di Firenze).

1995 > come compositore è vincitore esclusivo della terza edizione del Concorso Internazionale di Composizione “Tre passi nel delirio” nell’ambito della XV edizione del Festival Internazionale del Jazz ‘Rumori Mediterranei’ di Roccella Jonica, con il pezzo “Arberesh”, scritto per i virtuosi del quintetto francese Passaggio; la commissione internazionale è presieduta da David Liebman.

Del 2000 una commissione da parte dell’ensemble Pessoa in occasione del Ciampino Jazz Festival; una rivisitazione classica di una composizione del pianista americano Bill Evans: Only Child.

Il periodo successivo è dedicato all’approfondimento della Computer Music, utilizzando ambienti o linguaggi di programmazione come Csound, Max MSP e Pure Data.

Il progetto Emu on Mars (2003) apre questa nuova fase mescolando gli algoritmi della sintesi del suono con il flusso dell’improvvisazione libera.

All’esperienza come esecutore si affianca quella come compositore con il brano acusmatico “Un tesoro nascosto” presentato alla manifestazione di Musica Elettronica e Contemporanea Musica Verticale presso il Goethe Institute (2006) e il brano per clarinetto e live electronics “Scissioni” per un concerto presso l’Auditorium dell’Università di Tor Vergata (2007).

Del 2011 e 2012 sono due commissioni rispettivamente per il 22° e 23° Incontro internazionale di cornisti “Guelfo Nalli” con due composizioni per strumenti acustici: “Lascia che scorra” per tromba solista, contrabbasso ed ensemble di corni e “Un dolce sussulto” per tromba solista, pianoforte, trombone basso ed ensemble di corni.

Nel 2018 entra a far parte della formazione cameristica Ibrido al pianoforte, tastiere ed elettronica.

Allo stesso anno risale l’adesione al progetto del batterista e percussionista Mauro Orselli “Kairos Project” basato su incontri di Improvvisazione Totale. Qui una registrazione integrale del 2019 a “Il Cantiere” a Trastevere.

Attuale campo di indagine, nell’ambito della computer music, sono quei sistemi musicali interattivi che permettono di sviluppare capacità esecutive in coloro che non hanno una formazione musicale o hanno disabilità fisiche e psichiche.

Link:
Ascolti su Soundcloud
Registrazione dalla WDR di Colonia
Composizioni con i corni francesi

Segnaliamo questo canale tematico su YouTube, dal quale è possibile accedere al materiale più recente del maestro Umberto Coletta.

Competenze

Improvvisazione totale 99%
Jazz 65%
Musica elettronica 50%
Musica classica 40%

Scheda di approfondimento sull’insegnante

Umberto Coletta pianoforte moderno e tecnologie musicali

Condividi con i tuoi amici

Lezioni di musica anche online

All’Istituto Corelli continuano, in tutta sicurezza, le lezioni di strumento frontali in presenza, ma è attiva per tutti anche la modalità online.
I nuovi iscritti, se lo desiderano, possono iniziare da subito online e passare in qualunque momento alla modalità in presenza.
Anche per chi frequenta i corsi online sarà possibile assistere (in modalità uditore) a lezioni di solfeggio e teoria della musica che si tengono il mercoledì:
Inoltre sono a disposizione di tutti gli allievi: libri didattici, metodi, dispense, videolezioni di storia ed estetica della musica e tanti spartiti. Tutto questo nell’area riservata suddivisa per strumento e accessibile con password ricevuta dal proprio insegnante.