Claudia Pintaudi insegnante di arpa parla del suono dello strumento

Alla scoperta dell’arpa come strumento di suono e strumento terapico per conoscersi meglio e beneficiare dei vantaggi dello studio musicale

Imparare a suonare l’arpa porta indubbiamente una serie di benefici. Questi non sono relegati solo alla sfera del mero divertimento, ma conducono alla scoperta dello sviluppo delle proprie abilità nelle più diverse aree cognitive.

Lo studio di uno strumento musicale come l’arpa significa lavorare sulla propria concentrazione, sul suono che nasce dal controllo e dalla consapevolezza dei gesti.

Movimento delle dita, delle mani e adeguata postura: come si suona l’arpa

Tutti gli studenti che suonano uno strumento musicale come l’arpa conoscono l’importanza della posizione della schiena, delle braccia, degli avambracci e il movimento delle dita per dare corpo al suono.

Lo studio consapevole, duraturo e continuativo porta a un’acquisizione di movimenti che permettono un naturale coordinamento delle due mani e di conseguenza la loro indipendenza, indispensabile per tutti gli arpisti.

Imparare a suonare l’arpa favorisce lo sviluppo psicomotorio che coinvolge tutto il corpo

Lo studio di un brano musicale permette di sviluppare la memoria e, più in generale, l’intelligenza. Imparare un brano musicale richiede uno sforzo mnemonico in senso lato: la memoria del cervello così come la memoria del corpo. Nulla è lasciato al caso.

Leggere le note scritte sullo spartito in diverse “chiavi” automaticamente favorisce e velocizza l’apprendimento complesso nei bambini. Lo studio della musica non deve essere inteso come uno studio limitato alla sua sola sfera, ma ha continue e forti influenze nelle diverse aree disciplinari.

La musica è essa stessa una lingua e la teoria musicale è la “lingua della musica”

Andando a scuola di musica abbiamo l’occasione di incontrare e condividere con insegnanti e altri musicisti la nostra passione. Il contatto umano che si crea tra insegnante e studente può essere molto ricco di significato.

È ovvio d’altronde che suonare aiuti ad acquisire una maggiore sicurezza in sé stessi. Raggiungere un obiettivo, superare un ostacolo è un potente fattore di autostima. Allo stesso modo, suonare un pezzo di arpa davanti ai propri amici o alla propria famiglia è un vettore di autostima e orgoglio. Incrementare la propria autostima, sviluppare le proprie facoltà, creare, improvvisare, suonare i propri brani preferiti di fronte a un pubblico, divertirsi e rilassarsi imparando anche mentre si studia nella propria camera, costituisce una preziosa occasione di miglioramento costante di sé.

La dolcezza del suono dell’arpa riesce a toccare le corde più profonde dell’anima.

A CURA DI: Claudia Pintaudi

Prenota subito la tua lezione gratuita!

>> TORNA AL MENU CORSI DI MUSICA
Condividi con i tuoi amici
20 Febbraio 2021

Lezioni di musica anche online

All’Istituto Corelli continuano, in tutta sicurezza, le lezioni di strumento frontali in presenza, ma è attiva per tutti anche la modalità online.
I nuovi iscritti, se lo desiderano, possono iniziare da subito online e passare in qualunque momento alla modalità in presenza.
Anche per chi frequenta i corsi online sarà possibile assistere (in modalità uditore) a lezioni di solfeggio e teoria della musica che si tengono il mercoledì:
Inoltre sono a disposizione di tutti gli allievi: libri didattici, metodi, dispense, videolezioni di storia ed estetica della musica e tanti spartiti. Tutto questo nell’area riservata suddivisa per strumento e accessibile con password ricevuta dal proprio insegnante.