Corso di oboe Roma | Corpo centrale dello strumento

Il corso di oboe a Roma presso l’Istituto musicale Corelli in convenzione con il Conservatorio

Chi a Roma sceglie di iscriversi a un corso di oboe dovrebbe già sapere che si tratta di uno strumento a fiato ad ancia doppia.

Che strumento è l’oboe

L’oboe è uno strumento musicale cosiddetto aerofono, ovvero per produrre suono richiede fiato. È ad ancia doppia e appartiene al gruppo orchestrale dei legni. L’ancia è di canna palustre ed è l’oboista di professione a rifinirla in base alle proprie esigenze di suono, che ha in genere caratteristiche di dolcezza e frequenza decisamente penetrante.

Come è fatto l’oboe

Di forma conica, normalmente è costruito in ebano o più di rado in palissandro. Le sue chiavi sono in metallo, nello specifico alpacca argentata o dorata. Nota anche come “argento tedesco” l’alpacca corrisponde a una famiglia di leghe rame-zinco-nichel, di cui il 50/60% rame, 15/30% zinco e il restante 10/30% nichel. Viene utilizzata per le sue soddisfacenti caratteristiche meccaniche, nonché di resistenza alla corrosione.

Per approfondimenti sulla storia antichissima di questo strumento rimandiamo alla relativa pagina di Wikipedia.

Dove si utilizza maggiormente l’oboe? Quali compositori hanno scritto per questo strumento?

L’oboe trova ampio utilizzo nella musica da camera, ma non manca nelle bande e ancor più nelle orchestre sinfoniche, anche in veste di solista.

Ricordiamo al riguardo i tanti concerti per oboe di compositori quali Tommaso Albinoni, J.S.Bach, Domenico Cimarosa, dello stesso Arcangelo Corelli, Georg Friedrich Händel, J. Haydn, Alessandro Marcello, W.A. Mozart, Robert Schumann, Richard Strauss, G.F. Telemann e molti altri.

In ambito di colonne sonore, è praticamente impossibile non citare il celeberrimo tema Gabriel’s Oboe composto da Ennio Morricone per il film Mission (The Mission) del 1986 diretto da Roland Joffé e vincitore della Palma d’oro al 39º Festival di Cannes.

A chi è destinato il nostro corso di oboe a Roma

Il corso di Oboe presso l’Istituto Musicale Arcangelo Corelli a Roma è rivolto a chiunque voglia cimentarsi con uno strumento meraviglioso!

A quanti anni si può iniziare lo studio dell’oboe?

Dagli 8 anni in su. Le nostre lezioni sono settimanali e si rivolgono naturalmente sia ai principianti che agli allievi interessati a prepararsi per livelli intermedi, avanzati e per gli per esami di Stato presso i Conservatori di Musica.

Il programma del corso di oboe viene adattato alle capacità e ai tempi di apprendimento dei singoli allievi?

Sì, per i principianti è prevista una prima fase di impostazione della respirazione. Si lavora cioè sul corretto (o meglio dire: consapevole, trattandosi di muscolo involontario) utilizzo del diaframma, per un’emissione dell’aria costante e una conseguente pressione duratura nell’ancia.

Altrettanto importante sarà soffermarsi sulla postura corporea e sull’articolazione delle mani sull’oboe. Una volta acquisita una buona padronanza dello strumento, si passa allo sviluppo della tecnica strumentale, attraverso brani semplici e di piacevole ascolto.

Nel corso di oboe sono previsti lo svolgimento dei programmi del Conservatorio e dei Licei musicali?

Sì, se l’allievo/a possiede o ha raggiunto una preparazione di livello accademico. Inoltre, nello studio del repertorio oboistico, particolare attenzione viene data al repertorio barocco e classico, in cui l’oboe ha raggiunto la massima espressione tecnica e melodica.

Che cosa è un’ancia doppia?

Un’ancia doppia è un particolare tipo di ancia usato per suonare diversi strumenti a fiato, come oboi e fagotti. Il termine doppia ancia deriva dalla presenza di due sottili strati di canna che vibrano l’uno contro l’altro, a differenza dell’ancia semplice in cui una sola lamella di questo materiale vibra invece contro un supporto rigido.

Quindi è previsto lo studio pratico della costruzione dell’ancia?

Per chi desidera approfondire lo studio della costruzione dell’ancia doppia dell’oboe, che rappresenta la parte più importante e determinante per una buona qualità timbrica e sonora dello strumento, possono essere previsti momenti di apprendimento ad hoc. Questi riguarderanno la scelta della canna, la legatura sul ramello, lo scarto, fino alla paziente fase della tempera dell’ancia.

Ma, se si vuole, le ance possono essere acquistate già pronte all’uso. In ogni caso, in una prima fase del corso, sarà l’insegnante a fornire costantemente le ance agli allievi. Queste saranno più sottili e facili da suonare, in modo che l’allievo possa con la sua pressione e resistenza diventare comunque pratico nel suono dell’oboe.

Una curiosità: perché è l’oboe a dare il LA in orchestra?

La ragione di questa consuetudine è nel fatto che l’oboe ha un’intonazione meno modificabile rispetto agli altri strumenti.

Quanto costa un oboe per iniziare un corso di studio?

I costruttori, francesi, tedeschi, inglesi, italiani e giapponesi, hanno naturalmente concepito vari livelli e qualità di oboe. Dal principiante al professionista, il nostro consiglio è sempre se possibile di un usato professionale, ovvero di strumenti usati ma completi e revisionati.

Patricola Artista Oboe da concerto
Un modello di oboe artigianale italiano “Patricola Artista” (Foto su licenza Wikimedia Creative Commons)

Per l’acquisto di un oboe nuovo si parte da un prezzo minimo di 800 euro (modello da studio), fino ad arrivare a un massimo di 10.000 euro, naturalmente con qualità del suono, resistenza dei materiali e progettualità completamente diverse.

INSEGNANTE: Viviana Donato 

Prenota subito la tua lezione gratuita!

>> TORNA AL MENU CORSI DI MUSICA
Condividi con i tuoi amici
30 Agosto 2021

Lezioni di musica anche online

All’Istituto Corelli continuano, in tutta sicurezza, le lezioni di strumento frontali in presenza, ma è attiva per tutti anche la modalità online.
I nuovi iscritti, se lo desiderano, possono iniziare da subito online e passare in qualunque momento alla modalità in presenza.
Anche per chi frequenta i corsi online sarà possibile assistere (in modalità uditore) a lezioni di solfeggio e teoria della musica che si tengono il mercoledì:
Inoltre sono a disposizione di tutti gli allievi: libri didattici, metodi, dispense, videolezioni di storia ed estetica della musica e tanti spartiti. Tutto questo nell’area riservata suddivisa per strumento e accessibile con password ricevuta dal proprio insegnante.