Ragazza della nostra orchestra Roma corso di clarinetto

Vuoi imparare il clarinetto a Roma, in un corso adatto a tutti?

Il corso di clarinetto a Roma presso l’Istituto musicale Corelli è prima di tutto un’ottima opportunità per chi volesse in seguito puntare all’ammissione in Conservatorio. La nostra scuola di musica, infatti, è tra quelle a Roma che opera in convenzione con un Conservatorio (nel nostro caso quello di Latina). Per questo offre anche la possibilità di corsi di clarinetto pre accademici.

A chi si rivolge il nostro corso di clarinetto, con lezioni individuali a Roma

Le nostre lezioni di clarinetto possono essere seguite da ragazzi a partire dall’età di 8/9 anni, fino ad allievi adulti, anche oltre i 60 anni. L’Istituto musicale Corelli può tra l’altro vantare sia una propria orchestra per tutte le età, la Roma Orchestra Aperta, che un’orchestra junior. Questo aspetto è determinante anche per motivare ciascun allievo di clarinetto nello studio. Soprattutto per i ragazzi, sapere di poter poi far parte di una delle due orchestre, offre in poco tempo la possibilità di suonare in pubblico. Allo stesso modo che cantare in un coro, far parte di un’orchestra di strumenti a fiato e ad arco, è un’occasione privilegiata per calarsi fin da piccoli nella bellezza e grandiosità della musica. Studiare la propria parte a casa e poi sentirla fondersi con quella degli altri strumenti è un’emozione che solo chi la vive in prima persona può comprendere.

Che strumento è il clarinetto, è difficile da imparare?

Il clarinetto è uno strumento a fiato appartenente alla famiglia dei legni ed è uno strumento ad ancia.

Clarinetto in Sib dentro la custodiaQuesto significa che per suonare ha bisogno della vibrazione di questa piccola striscia di canna di bambù o canna comune (Arundo donax), anche se negli ultimi anni si sono notevolmente diffuse le ance in plastica.

A differenza di altri strumenti che all’inizio risultano ostici, anche semplicemente per produrre un suono accettabile, il clarinetto ha il non trascurabile vantaggio di “garantire” fin dal primo giorno un suono morbido e gradevole. In particolare il suo registro medio e basso, coincidente con quello del suo strumento predecessore – lo “chalumeau” – risulta pienamente alla portata anche degli allievi più piccoli. Non a caso esistono ormai svariati libri con piccoli brani per bambini, accompagnati da pianoforte o altri strumenti.

Corso di clarinetto a Roma evoluzione dello strumento nel tempo
L’evoluzione del clarinetto dai primi modelli a quelli più attuali (invitiamo ad approfondire cliccando sull’immagine tratta da Wikipedia)

Che musica si può suonare dopo poche lezioni di un corso di clarinetto?

Come strumento introdotto negli ultimi decenni del XVIII secolo e da lì in avanti sempre più apprezzato dai compositori di ogni epoca, da W.A. Mozart a George Gershwin, il clarinetto è davvero uno strumento che permette di suonare svariati generi musicali, anzi praticamente… tutti, a eccezione probabilmente dell’hard rock o dell’heavy metal :))

Generi musicali che si possono suonare con il clarinetto

Musica classica e contemporanea, dixieland, swing, jazz e latin jazz, musica popolare, musica klezmer, liscio, polka, walzer, samba, choro, cumbia, colonne sonore di film celebri, sono solo alcuni esempi delle infinita possibilità espressive del clarinetto. Ognuno, attraverso questo poliedrico strumento, può ogni giorno scoprire nuovi mondi musicali. Il clarinetto è un po’ come un magico mezzo di trasporto nei diversi secoli o nei diversi continenti del mondo attuale…

Estensione del clarinetto in Sib, in confronto ai sax

La duttilità del clarinetto è data dalla sua notevole estensione, di quasi quattro ottave, dal mi sotto il pentagramma al secondo do sopra il pentagramma. Basti pensare che, da solo, un clarinetto in Sib (il più diffuso) copre le estensioni di ben due diversi sassofoni: contralto (sax alto) e sax soprano! Anche per questo motivo è uno strumento perfettamente adatto sia per chi ambisce a far parte di un organico importante, come un’orchestra o una banda musicale (sono famose in Italia anche quelle dei Carabinieri, della Polizia e della Guardia di Finanza, tutte con sede a Roma!), sia per chi ha grandi ambizioni solistiche. Al pari di un violino o di un flauto traverso, il livello di virtuosismo che permette di raggiungere è davvero impressionante.

Clarinettisti famosi in Italia

L’Italia è famosa nel mondo per una scuola clarinettistica da sempre di eccellenza. Oggi tra le vere e proprie “stelle” di casa nostra, ci sono clarinettisti come Alessandro Carbonare (Primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dal 2003), Fabrizio Meloni (Primo clarinetto solista dell’Orchestra del Teatro e della Filarmonica della Scala di Milano dal 1984) e Calogero Palermo (primo clarinetto presso la prestigiosa Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam). Ma sono davvero tanti gli altri importantissimi “primi clarinetti” di grandi orchestre italiane, nonché di molte in tutta Europa.

Grandi clarinettisti nel mondo

Impossibile stilare un elenco esaustivo dei grandi clarinettisti a livello mondiale. Ci limitiamo a proporvi i seguenti video, di musicisti che davvero hanno contribuito, ognuno a suo modo, a portare “sempre un po’ più avanti” questo magico strumento. Cominciamo proprio dall’italianissimo Gabriele Mirabassi che, dopo una solida formazione classica, è riuscito ad abbattere tante “barriere” tra stili diversi. Oggi è considerato un grande sia nel mondo del jazz che in quello della musica popolare brasiliana. Qui una delle sue mirabili performance in clarinetto solo!!

Martin Fröst è un clarinettista e direttore d’orchestra svedese che, oltre a una tecnica davvero impressionante, cerca sempre di aprire nuove strade (anche sceniche!!) all’espressività del clarinetto in tanti generi diversi.

Spostandosi al di là dell’Atlantico, Paquito D’Rivera è un clarinettista cubano grandioso. Riesce a coniugare – anche nello stesso brano!! – la precisione di un clarinettista classico, la creatività di un jazzista e la simpatia del tipico musicista popolare cubano, ma anche brasiliano, giapponese o dovunque lo porti (anche con il sassofono) la sua grande ispirazione musicale. Per chi volesse, qui una sua splendida masterclass in un inglese molto accessibile.

Eddie Daniels è un clarinettista americano di swing e jazz, ma giudicate voi stessi la sua performance in questo notissimo brano classico, con improvvisazione jazz a seguire.

Tornando indietro nella storia del jazz non si possono non fare i nomi di clarinettisti come Benny Goodman, Buddy De Franco e Tony Scott. Invitiamo ad ascoltarli sui tanti dischi a partire dagli Anni ’30 del secolo scorso.

Altri personaggi famosi legati al clarinetto…

A parte il leggendario Dylan Dog con il suo clarinetto che si è fatto conoscere anche nei fumetti, ci sono registi cinematografici come Woody Allen e Pupi Avati che hanno suonato e amato alla follia questo strumento. Ma anche musicisti pop come Lucio Dalla e Renzo Arbore che, a modo loro, hanno contribuito a portare questo strumento tra la gente non abituata a frequentare le sale da concerto.

Fori e chiavette di un clarinetto in Sib

Ma… questa era solo una premessa. Il resto di questo meraviglioso strumento vi invitiamo a scoprirlo con noi all’Istituto musicale Corelli!

INSEGNANTE: Massimo Munari

Prenota subito la tua lezione gratuita del nostro corso di clarinetto a Roma!

>> TORNA AL MENU CORSI DI MUSICA
Condividi con i tuoi amici
14 Ottobre 2021

Lezioni di musica anche online

All’Istituto Corelli continuano, in tutta sicurezza, le lezioni di strumento frontali in presenza, ma è attiva per tutti anche la modalità online.
I nuovi iscritti, se lo desiderano, possono iniziare da subito online e passare in qualunque momento alla modalità in presenza.
Anche per chi frequenta i corsi online sarà possibile assistere (in modalità uditore) a lezioni di solfeggio e teoria della musica che si tengono il mercoledì:
Inoltre sono a disposizione di tutti gli allievi: libri didattici, metodi, dispense, videolezioni di storia ed estetica della musica e tanti spartiti. Tutto questo nell’area riservata suddivisa per strumento e accessibile con password ricevuta dal proprio insegnante.