laboratorio di Orchestra Improvvisata

Il Laboratorio di orchestra improvvisata a Roma lavora sul “Ritmo con i segni”

Il laboratorio di Orchestra Improvvisata presso l’Istituto Corelli è un progetto musicale e sociale che utilizza l’improvvisazione musicale come canale d’espressione a livello artistico, personale, relazionale e, soprattutto, emozionale.

A livello musicale, nell’improvvisazione non esiste l’errore, ma solo l’immensa e ancestrale gioia di fare quello che vuoi.

Quando tutti partecipano attivamente all’improvvisazione riuscendo a mettere in un unico flusso tutte le idee, la bellezza e potenza di questa produzione sonora (qualunque essa sia) sarà per loro (in quel preciso momento, nel “qui e ora”) la musica più bella dal mondo.

Il laboratorio di Orchestra Improvvisata utilizza il metodo d’improvvisazione musicale del “Ritmo con Segni” (Ritmo con Señas) sviluppato in Argentina da Santiago Vazquez. Questo metodo permette di organizzare il flusso dell’improvvisazione attraverso un codice prestabilito di gesti fatti con le mani.

Il facilitatore (chiamato nel metodo “direttore”) guida i musicisti attraverso un percorso che ha come obiettivo massimo la composizione in tempo reale di un’opera che non sarà mai più ripetuta. Tutto questo produce in ogni membro del gruppo di musicisti (compreso il direttore), così come dell’eventuale pubblico presente, un’immensa consapevolezza e benessere nel presente.

Uno stato di piena connessione con il proprio sé e con gli altri, con la musica e con il pubblico.

Consapevolezza che evidenzia quanto sia l’emozione a guidarci in quello che accade. Proprio a livello emozionale questo approccio permette a ogni musicista di mettere in gioco tutta la propria gamma di sentimenti. Ognuno è sollecitato a dare il proprio contributo all’improvvisazione con creazioni proprie, come risultato dell’incontro fra gli stimoli esterni che riceve e dell’universo di sensazioni interne che l’attraversano in quel momento.

Questi contributi si amalgamano e cominciano a svilupparsi tutti insieme, dando vita alla composizione guidata dal metodo dei segni.

Si genera così un evento (musicale) legato al contesto, alle persone e al pubblico che, a loro volta, offriranno il proprio feedback, andando a modificare la musica improvvisata e il sentire comune.

“Todo lo que vívidamente imaginemos, ardientemente deseemos, sinceramente creamos y entusiastamente emprendamos, inevitablemente sucederá.”

Questa proposta offre alle persone interessate un percorso per imparare il metodo. Con un piano di studi che comprende sia la teoria che la pratica, s’imparano i segni uno a uno attraverso la performance musicale.

Prenota subito la tua lezione gratuita!

QUANDO: appuntamento il giovedì dalle 18,30 alle 20,30.
Come parte integrante del percorso di formazione sono previsti concerti, una registrazione e altre esperienze artistiche.

L’Orchestra Improvvisata ha anche un progetto speciale per Musicoterapisti

Educare al benessere psico-fisico attraverso la musica, utilizzata come linguaggio di coinvolgimento e strumento didattico.

Orchestra Improvvisata per il team building aziendale

Questo format è pensato per le aziende che vogliano migliorare le relazioni interpersonali, la comunicazione e la collaborazione in ambito lavorativo.
 Attraverso il linguaggio dell’improvvisazione e promuovendo cooperazione, ascolto, apporti individuali e creazione collettiva si lavora per creare un’atmosfera magica che permetta di migliorare i risultati aziendali.

>> TORNA AL MENU CORSI DI MUSICA
Condividi con i tuoi amici
7 Agosto 2020

Lezioni di musica anche online

All’Istituto Corelli continuano, in tutta sicurezza, le lezioni di strumento frontali in presenza, ma è attiva per tutti anche la modalità online.
I nuovi iscritti, se lo desiderano, possono iniziare da subito online e passare in qualunque momento alla modalità in presenza.
Anche per chi frequenta i corsi online sarà possibile assistere (in modalità uditore) a lezioni di solfeggio e teoria della musica che si tengono il mercoledì:
Inoltre sono a disposizione di tutti gli allievi: libri didattici, metodi, dispense, videolezioni di storia ed estetica della musica e tanti spartiti. Tutto questo nell’area riservata suddivisa per strumento e accessibile con password ricevuta dal proprio insegnante.